mag
27
2011

Referendum 12-13 Giugno 2011

 
Scarica gratuitamente sul tuo iPhone la App sul Referendum 2011! Scarica Gratis la App

 

Ciao! Non sai cosa sia questa pagina? Non capisci come sia fatta? Devi gridarmi contro che l’ho fatta malissimo? Devi ringraziarmi perchè invece l’ho fatta bene? Non comprendi l’astruso motivo per cui dovrei averla scritta? (se hai una risposta all’ultima domanda, fammela sapere). Comunque, guarda qui la Presentazione sulla Homepage e (almeno tenta, io c’ho provato ma non ci riesco) di schiarirti le idee… e nel mentre commenta!

 

In previsione del referendum che si terrà il 12 e il 13 Giugno, ho deciso di creare questa pagina e descriverne le fasi e i componenti

Indice

Descrizione
Contenuto
Quesito n°1
Link
Quesito n°2
Link
Quesito n°3
Link
Quesito n°4
Link
Cosa ne pensano gli altri
Video
Tutti i Link
Link Generali

 

 

 

 

 

Descrizione

Il referendum si terrà Domenica 12 Giugno 2011, dalle 8.00 alle 22.00 e Lunedì 13 Giugno 2011, dalle 15.00 alle 22.00

Il referendum è abrogativo, quindi tracciando un segno sul SI, si indica la volontà di abrogare, rimovere quella legge o parte di legge, mentre votando NO si indica la volonta di mantenere in vigore e senza modifiche la norma in questione

 

 

 

 

 

Contenuto

Il referendum è composto di 4 quesiti

Quesito N°1: Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici di rilevanza economica.

“Vo­lete voi che sia abro­gato l’art. 23 bis (Ser­vizi pub­blici lo­cali di ri­le­vanza eco­no­mica) del de­creto legge 25 giu­gno 2008 n.112 “Di­spo­si­zioni ur­genti per lo svi­luppo eco­no­mico, la sem­pli­fi­ca­zione, la com­pe­ti­ti­vità, la sta­bi­liz­za­zione della fi­nanza pubblica e la pe­re­qua­zione tri­bu­ta­ria” con­ver­tito, con mo­di­fi­ca­zioni, in legge 6 ago­sto 2008, n.133, come mo­di­fi­cato dall’art.30, comma 26 della legge 23 lu­glio 2009, n.99 re­cante “Di­spo­si­zioni per lo svi­luppo e l’internazionalizzazione delle im­prese, non­ché in ma­te­ria di ener­gia” e dall’art.15 del de­creto legge 25 set­tem­bre 2009, n.135, re­cante “Di­spo­si­zioni ur­genti per l’attuazione di ob­bli­ghi co­mu­ni­tari e per l’esecuzione di sen­tenze della corte di giu­sti­zia della Co­mu­nità eu­ro­pea” con­ver­tito, con mo­di­fi­ca­zioni, in legge 20 no­vem­bre 2009, n.166, nel te­sto ri­sul­tante a se­guito della sen­tenza n.325 del 2010 della Corte costituzionale?”.

Breve spiegazione

È l’ultima normativa approvata dal Governo Berlusconi. Stabilisce come modalità ordinarie di gestione del servizio idrico l’affidamento a soggetti privati attraverso gara o l’affidamento a società a capitale misto pubblico-privato.

In sintesi

Si deve vo­tare SI se si è con­tro la pri­va­tiz­za­zione dell’acqua e con­tro la ge­stione dei ser­vizi idrici da parte di pri­vati.

Si deve vo­tate NO se si è a fa­vore della le­gi­sla­zione attuale.

Link Esterni

VotoIl12Giugno.it > Referendum Acqua

ReferendumAcqua.it – 2 Si per l’Acqua Bene Comune

MondoPC Referendum > Video

Questi Link si trovano anche in MondoPC Referendum > Tutti i Link

Altri link si trovano in MondoPC Referendum > Link Generali

Indice

 

 

 

 

 

Quesito N°2: Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma

Volete voi che sia abrogato il comma 1, dell’art. 154 (Tariffa del servizio idrico integrato) del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 “Norme in materia ambientale”, limitatamente alla seguente parte: “dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito”?

Breve Spiegazione

La parte di normativa che si chiede di abrogare è quella che consente al gestore di ottenere profitti garantiti sulla tariffa, caricando sulla bolletta dei cittadini un 7% a remunerazione del capitale investito, senza alcun collegamento a qualsiasi logica di reinvestimento per il miglioramento qualitativo del servizio.

Il privato gestisce il bene come imprenditore che per definizione vende un bene solo se ne trae un profitto. Il privato, per quanto sia in buona fede, deve sottostare alle logiche di mercato ed il suo punto di riferimento sono gli azionisti/investitori, non gli utenti.
L’imprenditore è inoltre interessato al profitto di breve periodo, incompatibile con le necessità di conservazione e di buona gestione sul lungo periodo.
In sostanza questa norma si crede porti ad aumenti perché se si chiede ai privati di investire, inevitabilmente devono rientrare dell’impegno finanziario e garantirsi un proprio reddito.

In sintesi

Si deve vo­tare SI se si è con­tro la norma che per­met­tere il pro­fitto (non il re­cu­pero dei co­sti di ge­stione e di in­ve­sti­mento, ma il guada­gno d’impresa) nell’erogazione del bene Ac­qua
po­ta­bile.

Si deve vo­tate NO se si è a fa­vore della le­gi­sla­zione at­tuale che am­mette tale guadagno.

Link Esterni

VotoIl12Giugno.it > Referendum Acqua

ReferendumAcqua.it – 2 Si per l’Acqua Bene Comune

MondoPC Referendum > Video

Questi Link si trovano anche in MondoPC Referendum > Tutti i Link

Altri link si trovano in MondoPC Referendum > Link Generali

Indice

 

 

 

 

 

Quesito N°3: Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme

Volete voi che sia abrogato il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, nel testo risultante per effetto di modificazioni e integrazioni successive, recante “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e perequazione tributaria”, limitatamente alle seguenti parti:art. 7, comma 1, lettera d: “d) realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare”?

Breve spiegazione

Questa è forse la parte più importante dell’intero referendum. Senza portare in ballo un discorso così lungo e articolato quanto importante e delicato, diciamo che questo referendum ci permette di riportare in Italia il nucleare, e permettere quindi al Governo di costruire nuove centrali. Sia dal lato politico, che da quello ambientale, economico e di sicurezza, il nucleare ha pro e contro, ed è difficile decidere ciò che è meglio. Ritengo queste due frasi qualcosa su cui riiflettere:

“Il Governo prevede di costruire circa 10 centrali nucleari sparse in tutto il territorio ed iniziare i lavori entro cinque anni. Nel caso più ottimistico e roseo dei termini (non considerando ritardi, autorizzazioni e proteste locali), la prima centrale sarà terminata in dieci anni. I primi kWh prodotti nei due anni successivi.”

“Un conto è costruire, gestire e controllare impianti nucleari in un paese efficiente, solidale ed onesto, un conto è farlo in un paese che non sempre ha brillato su tali fronti.”

In sintesi

Segnate SI al quesito soprastante se volete eliminare la possibilità del ritorno al nucleare

Segnate NO se siete d’accordo su questa norma e volete lasciarla attiva e produrre quindi i suoi effetti.

Link Esterni

VotoIl12Giugno.it > Nucleare

SiReferendum2011.it > Nucleare

MondoPC Referendum > Video

Questi Link si trovano anche in MondoPC Referendum > Tutti i Link

Altri link si trovano in MondoPC Referendum > Link Generali

Indice

 

 

 

 

 

Quesito N°4: Abrogazione della legge 7 aprile 2010, n. 51 in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale

Volete voi che siano abrogati l’articolo 1, commi 1, 2, 3, 5 e 6, nonché l’articolo 2, della legge 7 aprile 2010, n. 51, recante “Disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza”?

Breve spiegazione

Il legittimo impedimento è, in poche parole, il poter rinviare, da parte di un qualsiasi cittadino, l’udienza di un processo, se risulta impedito da cause di forza maggiore.

Recentemente questo privilegio è stato anche esteso al Presidente del Consiglio e ai Ministri, in una norma transitoria del 2009 a cui è stato poi eliminato il limite temporale.

In sintesi

Ai cittadini è quindi chiesto se mantenere in vita questa norma, barrando NO, oppure abrogarla, segnando SI.

Link Esterni

VotoIl12Giugno.it > Legittimo Impedimento

SiReferendum2011.it > Legittimo Impedimento

MondoPC Referendum > Video

Questi Link si trovano anche in MondoPC Referendum > Tutti i Link

Altri link si trovano in MondoPC Referendum > Link Generali

Indice

 

 

 

 

 

Cosa ne pensano gli altri


  • “Sono con­tra­rio alla co­stru­zione di nuove cen­trali nu­cleari in quanto penso che la tec­no­lo­gia delle stesse non sia molto si­cura. Inol­tre. dove le co­struiamo e da chi le fac­ciamo co­struire? Non sa­rebbe me­glio fi­nan­ziare la ri­cerca sulle tec­no­lo­gie dell’energia rinnovabile?”

    ——

    “Ab­biamo già vo­tato un re­fe­ren­dum ma no….non conta nulla.Ed ecco che ci tocca an­dare a rivotare.E al­lora fac­ciamo in modo che ri­ce­vano un’altra so­nora batosta.Non esi­ste il nu­cleare si­curo e per di più non è nem­meno più conveniente.

    In que­sto mo­mento serve solo a delle lobby, alle Cor­po­ra­tion per fare af­fari sulla pelle e i soldi dei contribuenti.Sono sciacalli,sanguisughe che si nu­trono della vita e della morte altrui.

    BASTA !”

    ——

    “Se scop­pia in Fran­cia non è che ci sal­viamo in Ita­lia con le radiazioni!

    L’unica cosa è che i morti di­retti dello scop­pio sa­ranno lì!il fatto è che non do­vreb­bero rom­pere le sca­tole e fi­nirla con le sto­rie che se non pa­ghi chi devi l’impianto eo­lico e so­lare non si fa!

    L’Italia è piena di ri­sorse al­ter­na­tive! il pro­blema è lo stato che non è pre­sente per­ché è pi­lo­tato da mafiosi!”

    ——

    “La Fran­cia è il paese eu­ro­peo più nu­clea­riz­zato, se esplode una delle loro cen­trali noi ci ca­diamo den­tro lo stesso.”

    “Non è pro­prio così.

    Se si ve­ri­fi­casse in una cen­trale fran­cese pros­sima al con­fine un grave in­ci­dente con per­dita di ma­te­riale ra­dioat­tivo, in­dub­bia­mente l’Italia ver­rebbe in­te­res­sata da una nube di va­pori ra­dioat­tivi che avrebbe ne­gli anni grave con­se­guenze per la po­po­la­zione italiana.

    Ma gli ele­menti ra­dioat­tivi più pe­ri­co­losi, ri­ca­dreb­bero co­mun­que solo nelle im­me­dia­tezze della cen­trale. In pa­role po­vere, si avrebbe la spe­ranza di un re­la­tivo ri­torno alla nor­ma­lità nel giro di qual­che anno, pur con tutte le morti del caso, nelle aree in­te­res­sate dalla nube ra­dioat­tiva, men­tre ogni forma di vita sa­rebbe pre­clusa per mil­lenni nelle aree li­mi­trofe alla centrale.

    Dire: “Co­struia­mole an­che noi che tanto se suc­cede qual­cosa in Fran­cia né pa­ghiamo le con­se­guenze pure da noi” non è un di­scorso che tiene.”

    ——

    “Quindi do­vremmo rad­dop­piare il ri­schio? Le cen­trali nu­cleari an­da­vano fatte 30 anni fa, non ora che for­tu­na­ta­mente di­spo­niamo di tec­no­lo­gie che ci per­met­tono di pro­durre ener­gia pu­lita senza in­qui­nare e senza met­tere a ri­schio la sa­lute dei cittadini.

    Come tutte le que­stioni ita­liane siamo in ri­tardo e men­tre le al­tre po­tenze pen­sano a sman­tel­larle, noi pen­siamo a co­struirle. Con­si­de­rando poi tutti i pro­blemi che né de­ri­ve­reb­bero, dato che sono si­curo che ci sa­ranno in­fil­tra­zioni cri­mi­nali circa la ge­stione dei ri­fiuti ra­dioat­tivi pro­dotti dalle cen­trali e ma­gari fa­ranno delle di­sca­ri­che colme di sco­rie di­ret­ta­mente ri­ver­sate nel terreno.

    È un film già vi­sto. Poi vor­rei pro­prio ve­dere se chiun­que sarà con­tento di avere una cen­trale die­tro casa. Ma smettiamola…”

    ——

    “Per Ber­lu­sconi e tutta la mar­ma­glia che lo cir­conda non è im­por­tante sa­pere se le cen­trali sono an­ti­e­co­no­mi­che, se sono si­cure, dove smal­tire le sco­rie ecc… L’importante è: «A noi, quanti soldi ci ri­man­gono in ta­sca?» Vi im­ma­gi­nate le in­fil­tra­zioni ma­fiose ne­gli ap­palti per la co­stru­zione delle cen­trali? Im­ma­gi­na­tevi una cen­trale co­struita come la Sa­lerno – Reg­gio. Roba da brividi.”

    ——

    “In Ita­lia poi, co­struire delle cen­trali nu­cleari… è l’ennesima di­mo­stra­zione di in­ci­viltà del no­stro paese, o me­glio di co­loro che lo “go­ver­nano”. Nel no­stro paese non riu­sciamo a man­te­nere pu­lita una sta­zione fer­ro­via­ria, far ar­ri­vare in ora­rio un treno, ga­ran­tire i ser­vizi fon­da­men­tali della per­sona. Come si può an­che solo pen­sare che nel no­stro paese (che è co­mun­que al­ta­mente si­smico) pos­siamo co­struire cen­trali nucleari?”

    ——

    “Fa­cendo rag­giun­gere il quo­rum sa­rebbe, da parte del po­polo, un se­gnale di vo­lersi riap­pro­priare de­gli stru­menti e de­gli spazi di de­mo­cra­zia di­retta, verso i quali la ca­sta mo­stra pa­lesi se­gni di in­sof­fe­renza, pra­ti­ca­mente senza di­stin­zioni fra mag­gio­ranza e op­po­si­zione; ba­sti ri­cor­dare che nell’opposizione l’IDV ha con­tri­buito alla rac­colta delle firme per que­sti re­fe­ren­dum, rac­colta che in­vece è stata di­ser­tata dal PD.

    Quando si parla di stru­menti di de­mo­cra­zia di­retta il di­scorso va al­lar­gato an­che alle leggi di ini­zia­tiva po­po­lare, si veda ad esem­pio l’iniziativa Par­la­mento pu­lito lan­ciata da Beppe Grillo, ac­can­to­nata do­lo­sa­mente dal Se­nato e dal suo presidente.”

    ——

    “Caro Pre­si­dente Sil­vio. Scu­sami se ti do del Tu, ma mi piace molto pen­sarti vi­cino a me. Certo, il leg­git­timo im­pe­di­mento può sal­vare l’Italia per­chè avrai molto più tempo per de­di­carti a sfor­nare leggi che pos­sano tu­te­larti da­gli at­tac­chi le­gali ai quali sei espo­sto ma io sono egoi­sta ed ego­cen­trico e pur­troppo guardo solo a ciò che mi in­te­ressa da vi­cino. Non ar­rivo più a fi­ne­ mese con la pen­sione che ho e ad ogni mese non so quale bol­letta po­sti­ci­pare, e già per due volte mi hanno stac­cato la luce e mi sta­vano an­che per in­ter­ro­mpere l’erogazione del gas. Non te ne vo­lere a male, ma per il leg­git­timo im­pe­di­mento an­drò a vo­tare «SI», so che non è giu­sto ma penso che se si rag­giunge il quo­rum e vin­cono i «SI» forse avrai il tempo di de­di­carti an­che ai miei pro­blemi dato che ti ver­rebbe vie­tato da­gli italiani di pen­sare solo ai tuoi di problemi.

    Gra­zie della Tua com­pren­sione, e sappi che ti vo­glio bene «me­no­male che Sil­vio c’è»”

    ——

    Votate sempre perchè è proprio questo menefreghismo dell’italiano medio a fregarci tutti. Da tenere presente che l’ultimo referendum valido risale addirittura al giugno del 1995. E se andando a votare pensate “loro” fanno sempre come vogliono pensate se non ci andate cosa possono fare.



Indice

 

 

 

 

 

Video














 

Indice

 

 

 

 

 

Tutti i Link

IoVotoIl29Maggio.it

ReferendumAcqua.it

SiReferendum2011.it

Centro Yoga Yap > Referendum

Facebook > Voto il 12-13 Giugno 2011

Facebook > Referendum 2011

Acqua Bene Comune

Questi link sono troppo di parte? Guarda qua sotto: I Link Neutrali

Indice

 

 

 

 

 

Link Generali , Esaustivi e/o Neutrali

I link più neutrali ed esaustivi sul referendum: se avete qualche dubbio, andare su questi siti è d’obbligo assoluto
ForumCivico.it > Referendum 2011

Wikipedia > Referendum Abrogativo 2011

VotoIl12Giugno.it

FanPage.it > Notizie sul Referendum 2011

Liquida.it > Notizie sul Referendum 2011

Sky TG24 > News Referendum 2011

Referendum 2011.info

Indice

 

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter
Scritto da DrOliver |

Nessun commento »

Feed RSS per i commenti di questo post - TrackBack URL

Scrivi un commento

*

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes